STORIA DELLA FALCONERIA

La falconeria come mezzo di caccia per procurarsi il cibo, ha origini antichissime, risale a circa 5000 anni fà nata in Medio Oriente. Successivamente la falconeria ha avuto il suo massimo splendore nel medioevo, ad ogni specie di rapace corrispondeva un titolo nobiliare.

Poi con l’avvento delle armi da fuoco, la falconeria era quasi scomparsa, successivamente i falchi vennero visto come qualcosa di nocivo e venivano uccisi senza scrupoli.

Negli anni ’70 a causa del buco dell’ozono le uova dei pellegrini non riuscivano a schiudersi naturalmente, provocando quasi l’estinzione di questo magnifico rapace, tutte le associazioni, federazioni e falconieri del mondo si unirono per evitare l’estinzione del pellegrino, contro il buco dell’ozono, un unione internazionale per una causa ambientale senza precedenti.

Negli anni ’80 la falconeria venne rivalutata, sviluppandosi senza precedenti, fino a tutelare i rapaci come specie protetta. Oggi la falconeria è diffusa in tutto il mondo, con migliaia di associazioni e appassionati.

La falconeria viene praticata attraverso la caccia, le dimostrazioni, didattica ambientale, allevamento e riproduzione di rapaci, bird control.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *